Giornata paralimpica Tutto pronto a Montevarchi per una giornata in cui sport fa rima con integrazione

In Toscana l’evento sarà ospitato in piazza Varchi a Montevarchi. La Giornata Paralimpica ha l’obiettivo di avvicinare i ragazzi disabili e le loro famiglie alle discipline atletiche, a conferma che lo sport è portatore di valori quali l’inclusione e l’integrazione. L’iniziativa, oltre che a Montevarchi, si terrà contemporaneamente a Roma, Milano, Mirandola (Mo), Pescara, Assisi, Caserta, Brindisi, Ragusa e Cagliari.

La giornata si aprirà alle 9 con il saluto delle Autorità a cui seguirà l’inizio delle attività sportive, quali atletica leggera, basket e minibasket in carrozzina, pallacanestro per disabili mentali, tennis e tennis-tavolo, adaptive rowing, hockey, scherma, tiro con l’arco, torball, bocce, tiro a segno, tiro con l’arco, calcio a cinque, show down.

Dopo un pasta party, alle 14.45 si terrà Tavola rotonda su “Handicap e Società per fare il punto sull’integrazione della disabilità nel 2012”, a cui parteciperanno autorità del mondo istituzionale, sportivo e del terzo settore. A Montevarchi sarà presente anche Matteo Betti, medaglia di bronzo nella disciplina della scherma specialità fioretto alle Paralimpiadi di Londra.

“Enel Cuore Onlus e il Comitato Italiano Paralimpico – ha detto Luciano Martelli – si sono incontrati nel 2006 e hanno ideato insieme Il Cuore che illumina lo Sport. Il progetto, volto ad avvicinare i ragazzi disabili e le loro famiglie alla pratica sportiva, è stato realizzato in due fasi: l’acquisto da parte di Enel Cuore di attrezzature e materiali per la pratica delle attività sportive degli atleti paralimpici; e la realizzazione, ogni anno, della Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico. Un modo per dire che lo sport unisce ed è capace di abbattere le barriere mentali e i pregiudizi”.

LA NAZIONE AREZZO

Follow us on

Chiamaci per un preventivo

 

+39 0574.070472

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.